Emergenza abitativa a Catania, Asia USB torna a chiedere un incontro urgente con IACP e Comune

Catania -

L’emergenza abitativa a Catania è sempre più drammatica e nessuna misura è stata ancora adottata dall'IACP e dal Comune di Catania per contrastarla. Aumenta il numero delle persone, singoli e nuclei familiari, che vivono senza casa, per strada, nelle piazze, nelle aree esterne delle strutture ospedaliere, nei parchi, altrove.

In questo contesto di emergenza sociale, il Comune ha addirittura sancito, in attesa di un nuovo bando, la fine del progetto Habito (alias Agenzia Casa del Comune di Catania), con la conseguenziale chiusura dello “Sportello unico per l’emergenza abitativa”, che con tutti i suoi limiti strutturali e politici  rappresenta/va un riferimento per chi si trova a vivere nell'emergenza.

In questo contesto di emergenza sociale in tante e in tanti manifestano il disagio di non riuscire a seguire la propria posizione nella graduatoria dell'IACP per l'accesso alle Case Popolari. Ma la domanda che viene posta da chi è  senza casa o rischia di essere senza casa è  una sola: "Ci sono ancora case popolari a Catania?".

In questo contesto, Asia USB Catania ritorna a chiedere un incontro urgente con il presidente Sicali e il direttore Bella dell'IACP e un incontro con l'assessore comunale "alla casa" Lombardo.

Orazio Vasta
Asia USB Catania

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati