Con l'anno nuovo chiude il dormitorio pubblico di librino: 25 persone costrette a dormire per strada

Catania -

Dal Primo gennaio 2023 chiude il dormitorio pubblico di Librino, sito in via Federico Delpino 10-12, in un immobile confiscato alla mafia e trasformato in una struttura denominata "La Meta". La struttura è stata inaugurata nell'aprile 2022, ed è gestita fino al 31 dicembre di quest’anno dalla Fondazione Èbbene, dall'Associazione Mosaico e dalla Croce Rossa Italiana – Comitato Catania.
Il finanziamento del dormitorio pubblico è avvenuto con i fondi del Pon Inclusione 2014-2020, ma non essendonci altri fondi
la struttura di via Delpino chiude con l'ingresso dell'anno nuovo.
E le 25 persone che venivano accolte?
Li attende la strada...in pieno inverno e senza prospettive di soluzioni immediate.
La chiusura di questo dormitorio pubblico è la ulteriore conferma che a Catania per i senza casa, dai senza fissa dimora agli sfrattati per morosità non colpevole o per fine contratto, qualunque sia la loro "qualifica", la prospettiva immediata è la strada, sono i sottoscala, i portici, le auto-dormitorio, gli accomadamenti di fortuna presso parenti e amici.
E se poi occupano immobili pubblici chiusi e abbandonati da anni vengono denunciati e sgomberati come "occupanti senza titolo".
Insomma, 2023, anno nuovo? Per chi?Lo Sportello Casa ASIA non va in vacanza: tel.349 2926242 è sempre attivo.

ASIA USB CATANIA

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati