USB attacca Faraone, la Cgil lo difende

da orizzontescuola:

Si è svolto oggi 25 gennaio, presso il teatro del liceo classico Umberto Primo di Palermo,  il seminario di formazione "Integrazione, inclusione e partecipazione. Il ruolo dell'insegnante specializzato di sostegno: orizzonti e prospettive", che aveva suscitato tante polemiche, dalle quali la FLC CGIL si era difesa come abbiamo riportato in un nostro articolo, e anche  un’interrogazione parlamentare per l’invito rivolto al sottosegretario Davide Faraone.

Oggetto della polemica, così come dell’interrogazione parlamentare, è stata la valenza e l’efficacia formativa dell’intervento del sottosegretario,accusato di non avere competenze specifiche in materia e, conseguentemente, di non poter aggiungere nulla a quelle che sono le competenze dei docentipartecipanti.

La FLC CGIL si era difesa dalle accuse sostenendo di aver invitato il segretario, per confrontarsi con il medesimo al fine di conoscere le intenzioni del Governo sulla prossima riforma dell’insegnamento agli alunni disabili, oltreche discutere nel merito dei contenuti e della qualità dell’inserimento nella scuola di questi alunni e delle metodologie didattiche inclusive.

Ricordiamo che la detta riforma è stata affidata, tramite delega, al Governo dalla legge n. 107/15.

Superate le summenzionate polemiche e svoltosi il seminario, vi è stato (sempre nella giornata odierna) un botta e risposta a distanza tra l’USB e laFLC CGIL riguardo all’intervento di Faraone.

L’USB ha comunicato che Faraone, terminato il suo intervento, avrebbe abbandonato il seminario, sfuggendo al confronto e alle domande che i docentiavrebbero voluto rivolgergli, e che la stessa CGIL avrebbe sostenuto che quello di oggi era un convegno e non un dibattito.

Nel comunicato, inoltre, l’USB ha affermato che con questo Governo nemico non c’è altra strada che il conflitto e la radicale opposizione.

Alle accuse dell’USB ha risposto la FLC CGIL con un comunicato volto a smentire quanto detto dal medesimo USB. Secondo la CGIL, Faraone è intervenutoed ha ascoltato gli interventi degli altri partecipanti al seminario, anche quello di  Anna Fedeli, segretaria nazionale.

Anna Fedeli, si sottolinea nel comunicato, ha chiesto l’avvio di un confronto sulla delega che la 107/15 ha affidato al Governo relativamente allariforma relativa all’inclusione degli alunni disabili e alla formazione dei docenti di sostegno.

L’intervento di Faraone, in sintesi, ha suscitato polemiche sia prima che dopo lo svolgimento del seminario, inasprendo tra l’altro la divisionesindacale che, come ben sappiamo, non può far altro che danneggiare il confronto tra Governo e parti sociali.

www.orizzontescuola.it/news/intervento-faraone-seminario-sullintegrazione-degli-alunni-disabili-polemica-distanza-usb-e-flc